Scavi Archeologici



Il campo di visione verticale del laser scanner X300 permette di eseguire scansioni anche nei siti archeologici (-25°).
La tecnologia della scansione laser 3D permette di ragionare in modo innovativo circa le attività di analisi ed archiviazione dei dati registrati.

La nuvola di punti ottenuta dalla scansione laser è una vera e propria banca dati, che consente di ottenere informazioni morfologiche e geometriche sui materiali di costruzione. È inoltre possibile calcolare eventuali fenomeni di degrado causati da agenti atmosferici o presenza di visitatori. Tutto questo in modalità non invasiva dell’area interessata.

Beneficiando di una risoluzione elevata della nuvola di punti è possibile monitorare lo scavo per attività di documentazione di svariate fasi di intervento da parte degli archeologi. È quindi possibile estrarre piante, sezioni e misure, oltre a verificare lo stato di erosione e degrado del sito.

Share